Ben Sherman on Riders Magazine

“Nati con la camicia” : Ben Sherman celebrato dal mensile Riders

Ben Sherman

Riders, mensile di lifestyle e moto, dedica nel numero di aprile una pagina al 50° anniversario della cult label britannica più cool di sempre lo fa riproponendo l’indiscussa protagonista la camicia button down.

Lo storico marchio di abbigliamento britannico Ben Sherman, è ancora una volta al centro dell’attenzione, ora tra le pagine di una delle più importanti riviste specializzate di moto, nella sezione dedicata al design e alla moda.

Edonismo ed ottimismo le chiavi di lettura, emblema di una generazione che fa della rivoluzione del costume il proprio fulcro.

Il famoso brand inglese è unito nuovamente al film capolavoro “Blow Up” di Antonioni, che è da sempre icona di rottura e transizione, delineando una nuova idea di motociclista che conserva l’immagine di uomo “ribelle” attraverso la simbolica camicia che fonde lo street style all’eleganza da sempre tratto distintivo della british style culture.

Come Thomas,il protagonista del film di Antonioni, l’uomo che veste Ben Sherman è distaccato ma affascinato dal mondo circostante ed un ribelle e curioso sperimentatore di nuove tendenze.

Riders Ben Sherman

Seguiteci su facebook : Facebook.com/Be Standard Italia

Outfit Ben Sherman

Ben Sherman festeggia il suo 50° anniversario a Bologna

Ben Sherman

Ben Sherman festeggia il suo 50° anniversario
Il lancio del volume celebrativo limited edition nell’ambito della mostra
BLOW UP: Antonioni e la Fine della Swinging Lond
15 Marzo/2 Maggio, Bologna Galleria Ono Arte.

Inaugurerà venerdì 15 Marzola mostra BLOW UP: Antonioni e la Fine della Swinging Londcon cui la Galleria d’arte contemporanea Ono Arte (Bologna) intende celebrare la cultura britannica della seconda metà degli anni ’60.

Mostra ONO ArteMostra ONO Arte

Due le sezioni: la prima è incentrata sulle immagini del backstage del film di Antonioni mentre la seconda, invece, è tutta dedicata ai fenomeni musicali e culturali britannici della seconda metà degli anni ’60 motori sociali di quel fenomeno internazionale che fu la Swinging London.

Ben Sherman

Londra è all’epoca la capitale mondiale delle moda e tra le sue strade, Carnaby Street in particolare, nascono stiliti e beauty artists che segnano lo stile di tutto il decennio e di una intera generazione, influenzando tutt’ora la moda e lo stile.

Mostra ONO Arte

 

In questa sezione, accanto alle foto di artisti come Brian Duffy, Terry O’Neill e Philip Townsend di cui Twiggy, Jean Shrimpton, Veruschka, Jane Birkin sono le protagoniste insieme ai luoghi di culto frequentati da quelle semplici modelle di province divenute celebrità ed icone, anche la storia dello stile britannico di Ben Sherman, noto come il camiciaio che proprio quest’anno festeggi i suoi 50 anni di una cultura estetica e di un’eredità modernista sviluppata in mezzo secolo (1963/2013).

Dettaglio Ben Sherman

Dettaglio Ben Sherman

Scatti tratti dal volume limited edition realizzato per celebrare il 50°, il cui lancio è avvenuto a Londra meno di un mese fa, diventano contenuto esclusivo della mostra ospitata dalla Galleria Ono Arte, simbolo iconica della cultura britannica targata Sixtie’s.
Il volume sarà inoltre disponibile in anteprima nazionale per la consultazione.

Libro Ben Sherman

Leonardo Gianessi e Diego Grossi

 

 

 

 

 

 

 

 

Mostra ONO Arte

 

Mostra ONO Arte

Thanks to:

Diego Grossi (fotografo)

Leonardo Giannesi (Brand manager)

Sabrina Campanella (Ufficio Stampa Ben Sherman)   sabrinacampanella.it

Galleria ONO Arte   onoarte.com

 

BEN SHERMAN 50 YEARS OF BRITISH STYLE CULTURE 1963 - 2013

50 YEARS OF BRITISH STYLE CULTURE BY JOSH SIMS

Ben Sherman

Ben Sherman 50 Years of British Style Culture

Per celebrare mezzo secolo di modernità i festeggiamenti del 50° anno del brand inglese Ben Sherman dureranno tutto l’anno. A partire dalla scorsa settimana quando a Londra, nello store che porta il nome del camiciaio di Carnaby Street, è avvenuto il lancio di un esclusivo volume dedicato a cinque decenni di cultura dello stile britannico, in arrivo anche nei punti vendita italiani insieme alla collezione SS 013.

Già in occasione del Pitti Uomo aveva puntato sulla “camicia originale” da lui firmata, per poi proseguire con il lancio di nuove collezioni, l’apertura di nuovi punti vendita in giro per il mondo e un volume: 50 years of British Style culture.

Dopo aver passato quasi 20 anni con la propria famiglia in America del Nord, l’inglese Ben Sherman si era abituato alla moda delle Ivy League e, in particolare, alla camicie botton-down che i giocatori di polo indossavano per evitare che il colletto si scomponesse mentre cavalcavano.Nel 1963, Ben tornò in Inghilterra con l’intenzione di creare una camicia tutta sua. Ispirato dal lavoro del suocero sarto e dallo stile preppy delle università americane, Ben si mise subito al lavoro. Servendosi solo del migliore cotone sul mercato con l’aggiunta di un elemento di maggiore morbidezza al collo e bottoni più piccoli negli ormai celebri cannoncini e asole sulla schiena, diede vita a un capo-icona.

Nel corso di 50 anni, le camicie di Ben Sherman sono state indossate da band musicali, dai Mod degli anni Sessanta ai modernisti di oggi, attraverso generi quali lo Ska, il Two-Tone e il Brit Pop. Il volume ripercorre tutte queste tendenze offrendo una visione a tutto tondo su stili, tendenze e culture Made in Uk.