Strumenti pubblicitari efficaci nell’attirare clientela

Strumenti pubblicitari efficaci nell’attirare clientela

I cartelli pubblicitari sono da sempre una necessità per negozi, bar, ristorante ecc. Anche se non sembra, gran parte del fatturato di un’attività viene prodotto da questi. In effetti, il loro raggio d’azione, percepibile da lunga distanza, è di estremo aiuto sia per il cliente che sta cercando l’esatta ubicazione dell’esercizio commerciale sia per le entrate del titolare. Ma c’è un secondo ruolo che questi cartelloni svolgono e cioè quello di dare un tocco di design, di abbellimento alla facciata esterna del locale, sempre che siano costruite ad opera d’arte e siano originali.

Materiali usati nella costruzione

Per molte persone scegliere l’insegna giusta è un’impresa complicata e faticosa. Non essendo in possesso dei dati necessari per potersi muovere da soli, devono ricorrere alla conoscenza e all’ esperienza di chi lavora da tempo nel settore, in particola modo per quanto riguarda la scelta giusta del materiale. E dunque, prima di scoprire i modelli solitamente usati nelle varie attività commerciali è bene dare una rapida occhiata ad alcune materie usate nella costruzione delle insegne pubblicitarie.

In primis, tra i vari materiali impiegati nella lavorazione dei cartelli pubblicitari vi è l‘alluminio che può essere standard o composto. Si tratta di uno dei materiali più usati al mondo, dopo il ferro. È molto leggero ma allo stesso tempo resistentissimo. Lo si può trovare praticamente ovunque.

Un altro prodotto molto richiesto per le insegne è il plexiglass: questo è un’ottima alternativa al vetro, non si frantuma, è leggero e ha una grande resistenza contro gli agenti atmosferici. Molto usato è anche il forex, essendo un materiale plastico adoperato solitamente per la stampa diretta. Come ultimo di questa lista vi è il legno. Ora, come accennato poc’anzi, al fine di dare al lettore un quadro completo delle informazioni sulle insegne, è necessario andare a vedere quelle più comunemente usate.

Alcune tipologie di cartelli pubblicitari

Come appena descritto, la prima fondamentale cosa che serve per avere un’insegna di qualità eccellente è la scelta del giusto materiale con cui lavorarla. Ma non è la sola caratteristica necessaria! Un’insegna dev’essere fatta in un certo modo, deve avere precise misure (ne troppo grande ne troppo piccola) e un colore che la renda ben visibile specialmente di notte. Ma quali sono le insegne più usate e quelle giuste sia per farsi conoscere che per accaparrarsi i clienti ?

All’inizio di questo articolo è stato accennato il fatto che l’insegna ha come scopo quello di attirare l’attenzione del cliente. Le insegne a lettere scatolate per esempio sono una delle prime scelte da tenere in considerazione nell’ottenimento dello scopo. Sono molto spesso le predilette dai titolari delle grandi industrie piuttosto che dai proprietari dei ristoranti ma non per questo sono meno efficaci, anzi! Si presentano in vari formati: ci sono quelle a luce diretta, indiretta, quelle che ce l’hanno sia diretta che indiretta assieme e sono a led, quelle a fronte aperto e le lettere a luce riflessa.

Girando per i centri dei paesi e delle città è molto facile imbattersi in ristoranti che hanno affisso sulla loro facciata delle insegne a cassonetto luminose. Questo tipo di insegna è considerata il top per quanto riguarda lo trasmettere comunicazione visiva. Grazie all’introduzione della tecnologia a led, negli ultimi anni sia i prezzi che i consumi di energia di queste insegne si sono abbassati notevolmente.

Un altro strumento pubblicitario che si può vedere un po’ ovunque è l’insegna a palo. Questo metodo di procacciamento dei clienti è comunemente usato da bar, supermercati e negozi in generale. Le insegne poste all’estremità di un palo (a volte i pali sono due) possono essere di varie forme e dimensioni, a seconda dei gusti del proprietario.

Ad oggi, gli strumenti che si posso usare per richiamare l’attenzione delle persone e farle diventare dei clienti sono molteplici. Fra quelli più affidabili che si posso usare, oltre ai volantini, sicuramente ci sono anche i cartelli pubblicitari.

bestandard

I commenti sono chiusi